Pallotta: "La Roma non c'entra nulla, lo stadio si fa"

Rufina Vignone
Giugno 13, 2018

Pallotta: "Estranei ai fatti", progetto sospeso? Dal mio punto di vista la Roma non c'entra, costruiremo lo stadio.

L'accusa, secondo quanto riporta 'La Repubblica', sarebbe quella di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di condotte corruttive oltre a una serie di reati contro la Pubblica amministrazione. Il numero uno giallorosso, dopo l'operazione che questa mattina ha portato all'arresto di nove persone legate al progetto stadio, ha commentato amaro: "Non vedo perché questa cosa debba riguardarci". In tempi diversi ci hanno provato una o più volte Milan, Lazio, Fiorentina, Inter, Napoli e appunto la Roma, con modalità diverse: chi voleva o vorrebbe qualcosa di nuovo (magari in versione boutique extra-small, come sogna De Laurentiis), chi comprerebbe lo stadio dove gioca adesso.

Questi i nomi degli arrestati, svelati da 'Il Messaggero': carcere per il costruttore Luca Parnasi, Luca Caporilli, Simone Contasta, Naboor Zaffiri, Gianluca Talone e Gianluca Mangosi; ai domiciliari Adriano Palozzi, vicepresidente del Consiglio Regionale di Forza Italia; Pier Michele Civita, ex assessore regionale del PD e Luca Lanzalone, presidente ACEA e consulente per M5S sullo stadio. Non so cosa stia succedendo, ho visto la conferenza: la Roma non c'entra nulla con questo. "E' stato fatto tutto in maniera trasparente". Ma ora arresti e indagini potrebbero imporre lo stop al progetto. Al momento non esprimiamo alcun giudizio. Come insegna anche l'Expo, in Italia i grandi eventi e le grandi opere sono possibili soltanto quando la magistratura e il sistema, nazionale e locale, girano la faccia dall'altra parte. "Se è tutto regolare, spero che progetto stadio possa andare avanti".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE