Primavera, Inter campione d'Italia: Fiorentina battuta

Rufina Vignone
Giugno 12, 2018

Stefano Vecchi si conferma ancora una volta un allenatore capace e vincente conquistando il secondo titolo di Campione d'Italia consecutivo con l'Inter Primavera. Ci sono tante altre squadre che hanno grandi prospettive, lavorano molto bene nel settore giovanile, spendono molto.

IL SALTO IN PRIMA SQUADRA - "Ci vorrebbero delle regole per imporre giovani in prima squadra, vero che però gioca chi merita nella squadra dei 'grandi', come succede nella nostra".

Infine un paragone con Allegri "Ho vinto sei finali su sette ma non posso paragonarmi a chi vince campionati in A e si fa onore in Europa come Massimiliano". "E' fortissimo e decisivo nello spaccare le partite, mi è dispiaciuto non farlo partire titolare ma ero sicuro che ci avrebbe fatto vincere".

Nel contratto con Suning.com infatti sono previste anche clausole legate alle prestazione della squadra Primavera: ogni trofeo ufficiale, infatti, 500mila euro di bonus.

Il suo rapporto con Spalletti è stato sempre positivo, "Le sue esigenze erano alte: spesso chiedeva 6-7 calciatori, con lui e i suoi collaboratori abbiamo fatto un grande lavoro". Nel complesso, il nostro è stato un buon percorso, diversi ragazzi si sono avvicinati mentalmente al calcio dei grandi. "E non è semplice riuscire ad accontentare tutti". E oltre a qualità tecniche ha anche capacità caratteriali e nelle gare decisive riesce e segnare sempre. E' uno molto determinato, che non si affida solo al suo talento ma che si mette a diposizione della squadra. "L'Inter ha sempre avuto giocatori forti, per i giocatori giovani è sempre un po' complicato inserirsi".

"L'immagine che scelgo della finale con la Fiorentina?". "Complimenti ai miei ragazzi per questo importante successo e grande merito a Inter e Fiorentina per l'ennesima finale raggiunta - il commento del tecnico nerazzurro -". E' un ragazzo richiesto, sta all'Inter e alla sua famiglia trovare la squadra giusta per valorizzarlo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE