Giochi in denaro: si va verso un "sì"

Paterniano Del Favero
Giugno 12, 2018

In base al testo respinto, le banche commerciali avrebbero potuto prestare solo denaro messo realmente in circolazione dalla Bns e questo per "correggere" la situazione attuale.

La Banca nazionale svizzera ha affidato a una breve nota la sua posizione. "(Iniziativa Moneta intera)" è ufficialmente stata respinta. L'accettazione dell'iniziativa Moneta intera, spiega la Bns, avrebbe costituito un forte ostacolo all'adempimento di tale mandato. E conclude dicendo che "la Banca nazionale potrà ora proseguire la propria politica monetaria orientata alla stabilità dei prezzi operando in condizioni quadro invariate". Si stima che ogni anno queste società offshore illegali di giochi in denaro tolgono al nostro Paese circa 250 milioni di franchi, denaro che potrebbe creare, se mantenuto nel nostro paese, un indotto economico molto importante.

Intanto il cambio euro/franco svizzero mostra un rialzo dello 0,34% a quota 1,1631 (massimi di giornata a quota 1,1657).

Ginevra - La Svizzera non dovrà riformare in modo radicale il suo sistema monetario e le banche tirano un sospiro di sollievo: chiamati oggi alle urne, gli elettori della Confederazione hanno bocciato senza appello un'iniziativa popolare che avrebbe sconvolto il Paese delle banche riservando alla sola Banca centrale il potere di emettere moneta, contante e scritturale, e privato gli altri istituti della possibilità di crearne attraverso la concessione di crediti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE