Ferrari, Vettel: "Una sola parola per questo successo: perfetti"

Rufina Vignone
Giugno 12, 2018

È stata veramente una domenica speciale per l'equipe di Maranello, con Vettel che ha tenuto la testa dall'inizio alla fine ed è così balzato in testa al Mondiale complice una domenica opaca di Hamilton, rallentato da un calo di potenza e finito solo quinto. Sul podio con Vettel salgono Bottas e Verstappen (conservando le posizioni della griglia di partenza), mentre si porta a casa un bel 4° posto il trionfatore di Monaco, Ricciardo, bravo prima a sorpassare in pista Raikkonen (deludente 6° posto per il finlandese della Rossa) e poi a beffare Hamilton durante le soste. Weekend da dimenticare per Fernando Alonso che nel giorno dei festeggiamenti per i 300 GP, è stato costretto al ritiro per un problema tecnico alla sua McLaren. I rivali tedeschi hanno archiviato la trasferta di Montreal con tanti interrogativi e la paura di essere arrivati al capolinea di un ciclo. Raikkonen ha voglia di voltare pagina, per recuperare lo svantaggio su Mercedes, arrivato a 17 punti nel campionato costruttori, servirà anche il suo apporto. Il compagno di squadra Kimi Raikkonen, invece, ha visto il proprio tentativo finale minato da un errore commesso in curva 2, chiudendo la sessione di qualifica in quinta piazza alle spalle di Lewis Hamilton ad oltre tre decimi dal numero 5. Tra due settimane il GP di Francia che ritorna nel calendario dopo l'ultima edizione disputata nel 2008 sul tracciato di Magny-Course. Il tedesco precede Bottas e Verstappen e coglie il terzo centro stagionale, scavalcando Hamilton di 1 punto nella classifica del Mondiale. A completare il podio Bottas e Verstappen, poi Ricciardo. Hamilton oggi è diventato l'unico caso nell'era Turbo/Hybrid in cui la Mercedes abbia fallito un piazzamento nei primi 3 in griglia in Canada. Da non credere poi i 60 giri di Sergio Perez che, dopo il cambio al giro 10, riesce a coprire tutta la gara con lo stesso treno di gomme!

Zero degrado, zero usura e zero in pagella a questa Pirelli che, gara dopo gara, si sta dimostrando non all'altezza! E' infatti molto probabile che questa Formula 1 abbia ormai logorato il campione spagnolo che guarda ad altri campionati... Ora qui inizieranno tutti a "fracassare gli zebedei" con roba del tipo: "Eh, ma Kimi è andato forte tutto l'anno fin qui".

Vettel: "Con la nuova power unit abbiamo fatto un ottimo step evolutivo". Il 12° posto in griglia di Hartley lo dimostra.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE