MotoGP UFFICIALE Andrea Iannone con Aprilia fino al 2020

Rufina Vignone
Giugno 11, 2018

Il team, però, ha comunque annunciato che "continuerà a fornire supporto incondizionato a Iannone per il resto della stagione, sperando di ottenere risultati migliori nelle gare rimanenti". L'annuncio è arrivato prima dalla sua attuale scuderia, la Suzuki, che ha confermato le voci dell'ultimo mese sull'addio del pilota italiano, ringraziandolo per il lavoro svolto negli ultimi due anni.

Motogp, Andrea Iannone saluta la Suzuki. Una rapida accelerazione dei tempi dopo le ufficialità di Lorenzo in Honda, Petrucci in Ducati e Syahrin in Tech3-KTM arrivate in questa settimana. Il suo arrivo, è il segno del crescente impegno del Gruppo Piaggio e di Aprilia nel programma MotoGP, nel quale la nostra moto ha già dimostrato di poter contare su basi tecniche valide. "Nell'augurare al pilota il futuro più luminoso possibile la Suzuki sta lavorando alla definizione dello schieramento per la stagione 2018/19 a cominciare dal pilota che affiancherà Rins". Dello stesso avviso, anche, Gresini ( team manager): " Sarà un bel connubio, uno dei più interessanti e potrà, davvero, fare molto bene, perchè Andrea è forte ed è veloce. Apprendiamo che il pilota Andrea Iannone si sarebbe lasciato con la star tv Belen Rodriguez.

Dal canto suo, Iannone porterà sulla sua Aprilia RS-GP esperienza, velocità, grinta, voglia di vincere e di stupire, unite a una sempre più sostanziosa maturità in pista. Nel comunicato stampa dell'Aprilia c'è grande soddisfazione per il ritorno di un binomio italiano che conferma la crescita del loro progetto MotoGP che, a detta di loro, è il più giovane del motomondiale.

"Ora dobbiamo restare concentrati sulla stagione 2018, a partire dal prossimo GP di Barcellona", aggiunge Albesiano. "Vogliamo continuare a crescere e portare la RS-GP dove merita in questa stagione ancora lunga, con Aleix e con Scott (Redding, ndr) che voglio ringraziare pubblicamente per la sua grande professionalità e per l'impegno sempre di altissimo livello". E poi, inutile negarlo, un pilota italiano su una moto tricolore fa sempre un gran piacere. "Benvenuto Andrea, facci divertire!"

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE