MotoGP, Marquez cade al Mugello: il Mondiale è riaperto

Rufina Vignone
Giugno 10, 2018

Resta ancora primo in classifica, ma ora la concorrenza si fa più vicina.

UN TERZO POSTO CHE VALE ORO Dopo la pole position del sabato, Valentino Rossi aveva promesso al suo pubblico che nel GP d'Italia, corso lo scorso weekend sul circuito del Mugello, avrebbe portato a casa quantomeno un piazzamento a podio.

"Trovo sbagliato che i contratti si debbano decidere in questa fase della stagione".

"La moto non era perfetta, ma sono stato veloce anche dopo la scivolata". Penso ci sia troppo fretta e questo non è un bene. C'era chi mi dava per campione con una mano sola, ma io continuo a dire che il campionato è ancora molto lungo e tutto può succedere. Certo sarebbe stato meglio arrivare primi.

Il Dottore poi spiega: "Sapevamo che con quella gomma avremmo avuto poca presa, ma alla fine mi ha dato un piccolo vantaggio per raggiungere il podio nella parte finale".

Il vero tifoso del motociclismo non può che considerarlo uno spettacolo deplorevole: fischiare un pilota che ha l'unica 'colpa' di essere spagnolo, mentre sono incerte le condizioni di un italiano che corre con i colori ufficiali Ducati. "I miei tifosi, però, dovranno dimostrarsi molto più rispettosi nei confronti di tutti i piloti". Dovizioso e Rossi hanno dovuto, loro malgrado, accontentarsi del podio. "È un bel risultato e sono secondo in campionato ma bisogna lavorare per risolvere i problemi che abbiamo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE