Milano, stop alle auto a diesel Euro 3 da gennaio 2019

Paterniano Del Favero
Giugno 10, 2018

Per controllare che venga rispettato il divieto saranno installate 12 telecamere (in grado di identificare le targhe delle vetture), per un totale di 180 varchi da controllare, tutti provvisti di segnaletica: il programma prevede l'estensione della rete di telecamere nei mesi successivi, ma sopratutto la presenza di dispositivi mobili della polizia locale. A ottobre 2024 l'ulteriore estensione del divieto ai diesel Euro 5. "A gennaio 2019 lanciamo la Low emission zone ai confini della città, per cui da quel giorno non si potrà entrare a Milano con i vecchi diesel, tranne il sabato e la domenica".

Ad anticipare la data di avvio del provvedimento è stato il sindaco Giuseppe Sala da Roma, ospite del Festival dell'Energia, durante un confronto con la sindaca capitolina Virginia Raggi sulle città resilienti: "La Lez sarà un passaggio delicato". "Speriamo che la Regione metta altrettanto", ha concluso Granelli, ma dall'assessore lombardo all'Ambiente Raffaele Cattaneo sono arrivate critiche alla Lez: "È frutto di un'idea un pò forzata e non è lo strumento che preferisco perché, come dimostrano i dati, l'inquinamento dell'aria è provocato solo in parte dalla circolazione dei mezzi e dal traffico". Grande spazio anche alla cartellonistica stradale che avviserà, ad ogni varco della Low Emission Zone, il divieto di transito per le categorie di auto coinvolte. L'intero sistema di controlli, secondo le previsioni dell'amministrazione comunale che approverà un'apposita delibera a luglio, sarà in funzione tra la fine del prossimo anno e l'inizio del 2020. La multa prevista in caso di infrazione avrà un importo di circa 80 euro e sembra che i varchi saranno posti in prossimità di rotatorie, di modo che si possa anche tornare indietro nel caso ci si accorga di non essere in regola. Ebbene a partire da gennaio 2019 i veicoli più inquinanti saranno "banditi" dalla città.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE