Migliori Università del mondo: per l'Italia svetta il Politecnico di Milano

Bruno Cirelli
Giugno 9, 2018

Unibo si conferma così nella top 200 del ranking: considerando che nel mondo esistono circa 26mila università - rileva lo studio di QS - l'Alma Mater rientra nell'1% dei migliori atenei a livello globale. Grazie a questi risultati, la Scuola Superiore Sant'Anna e la Scuola Normale Superiore si piazzano rispettivamente in seconda e in terza posizione per l'Italia, avvicinandosi al Politecnico di Milano, che occupa la prima posizione italiana e la 156ª a livello globale.

Nel mondo dominano ancora americane e inglesi (il Mit su tutti, seguono Stanford, Harvard, Caltech, Oxford, Cambridge), ma occhio alle asiatiche: la cinese Tsinghua è entrata nella top 20. "Di questa iniziativa - dice il comandante Girgenti - Pesaro ed il suo porto ne devono andare orgogliosi, perché il Politecnico di Milano è una delle eccellenze della ricerca italiana che potrà essere assunto a riferimento anche per possibili ulteriori collaborazioni". Anche per stilare il ranking delle giovani università, in maniera speculare rispetto a quello di carattere generale, gli analisti di "Times Higher Education" hanno preso in considerazione soltanto gli atenei che rispondessero a stringenti requisiti di ingresso, come una qualità della ricerca particolarmente elevata, certificata da almeno 1000 pubblicazioni, distribuite nell'arco temporale di 5 anni, su riviste scientifiche ad alto impatto.

Faculty/Student Ratio: l'indicatore misura la quantità di docenti rispetto al numero di studenti e qui guadagnano il 34° e il 68° posto al mondo rispettivamente la Scuola Normale Superiore di Pisa e la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

L'Università di Bologna scala otto posizioni, classificandosi 180esima. Questa ascesa é ascrivibile al progresso ottenuto in quattro dei sei indicatori che compongono il ranking.

Una nota particolare merita il Politecnico di Torino (387), che perde ottanta posizioni per un declino in cinque dei sei indicatori. Sono trend positivi, specialmente considerando la competitività globale che cresce incessantemente. "Se si esaminano i singoli indicatori, le vostre Università compaiono tra le prime cento in otto occasioni".

L'Universita' Bocconi e' la preferita dai recruiter internazionali, ottenendo il 52 posto in questo indicatore. L'Italia è quarta in Europa per numero totale di università incluse nella classifica. Nella fascia Top 600, l'università italiana che cresce più significativamente rispetto allo scorso anno è l' Università degli Studi di Padova (249ma), che con un salto di 47 posizioni, è tra migliori 250 al mondo. In questo criterio, la Scuola Superiore Sant'Anna Pisa (18) si posiziona tra le prime venti al mondo seguita dalla la Scuola Normale Superiore di Pisa al 59 posto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE