Migranti. Merkel. Italia lasciata sola. Presto un ente europeo per l’ asilo

Paterniano Del Favero
Giugno 7, 2018

Secondo osservatori politici tedeschi, l'accordo di coalizione siglato a Berlino tra CDU-CSU e SPD, ispirato in grande parte dai contributi proposti da Martin Schulz, incamera diversi punti programmatici dedicati alla risoluzione politica delle problematiche emerse negli ultimi anni dentro l'Unione europea. Per la leader tedesca, "abbiamo bisogno di un sistema d'asilo comune e parametri coerenti nella decisione di chi deve ricevere asilo e chi no".

La Germania s'impegna per una "maggiore solidarietà all'interno di un sistema comune europeo di asilo, ogni Paese membro deve portare il suo contributo, ma soprattutto dobbiamo sin dall'inizio ridurre l'immigrazione illegale", facendo accordi con i Paesi di transito e di origine. Lo dichiara la cancelliera tedesca Angela Merkel in un'intervista alla Frankfurter Allgemeine am Sonntag. La Cancelliera ha aggiunto che il "Fondo per le giornate piovose", come è stato soprannominato, servirebbe a bilanciare gli squilibri economici tra i Paesi europei più ricchi e più poveri "che hanno bisogno di recuperare terreno nelle aree della scienza, della tecnologia e dell'innovazione". Ha però lasciato intendere che è disponibile a discutere sull'introduzione del FEM (Fondo Monetario Europeo), presumibilmente il successore del MES (Meccanismo di stabilità europeo) istituito nel 2012 per salvare gli stati più indebitati dell'Eurozona dalla bancarotta. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Dallo scoppio dello scandalo il governo sta verificando se si tratti di un caso isolato o se invece riguardi anche altri uffici.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE