Russia-Francia, Macron: "Avanti con Putin nonostante le incomprensioni"

Bruno Cirelli
Mag 27, 2018

Putin ha inoltre sottolineato di apprezzare gli sforzi dell'Europa per mantenere l'intesa.

Dichiarazioni distese anche da parte di Putin.

Poi c'è la questione del deal iraniano: Macron è (al solito) mosso da un interessamento diretto - per esempio: la francese Total è stata una delle prime ditte a tuffarsi negli affari iraniani che il sollevamento delle sanzioni post-accordo stavano riaprendo, ora è anche la prima a dichiarare che lascerà dal paese per non rischiare di inciampare in misure secondarie connesse ai nuovi round sanzionatori che Washington sta facendo seguire all'uscita.

Se l'Europa vuole essere competitiva non ha altra scelta che comprare il gas russo. Ipotesi abbastanza improbabile che non ha lasciato indifferente nemmeno Vladimir Putin.

Non si puo' certo dire che, alla luce di questi incontri, il Presidente Putin non si presenti come un nuovo interlocutore per affrontare i grandi temi di politica internazionale.

"La Francia è il principale datore di lavoro straniero in Russia".

La Russia ha effettuato, nella massia discrezione, il test missilistico terra-aria più lungo del mondo.

Però si trova davanti nuovi spazi.

Il terzo punto riguarda l'Ucraina e sia Macron che la Merkel hanno invitato Putin a contribuire ad una soluzione pacifica del conflitto che continua nell'est del Paese.

Parigi cerca il dialogo e si intesta la pratica a nome dell'Europa. Sono circa 500 le imprese francesi presenti in Russia e impiegano quasi 170mila russi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE