F1, Gp Monaco: Ricciardo si conferma imbattibile. Secondo Vettel, poi Hamilton

Rufina Vignone
Mag 27, 2018

Il pilota australiano, a suo agio sul circuito cittadino monegasco, dove è partito dalla pole, conclude i 78 giri del Gran premio del Principato davanti alla Ferrari di Sebastian Vettel e alla Mercedes del campione del mondo in carica Lewis Hamilton. Una regola non scritta che si è ripetuta con puntualità. La macchina è comunque in una buona posizione. Non siamo contenti al 100% di come sono andate le cose: ci aspettavamo un giro diverso. E' stata una sessione difficile anche per quanto riguarda il funzionamento degli pneumatici. "Qui è fondamentale essere davanti, dobbiamo concentrarci sulla partenza, sarà una gara lunga". Sarà una partita diversa da giocare rispetto ad oggi. Ricciardo ha però avuto un problema che ne ha condizionato i tempi: è riuscito a rimanere al primo posto, ma non è riuscito a prendere vantaggio su Vettel. "Sono contento ma non del tutto, potevo fare un po' meglio ma non credo sarebbe stato abbastanza per battere Ricciardo". La gara è tutta un'altra storia. Seguono Hamilton e Bottas, in difficoltà, il finlandese ha lamentato il surriscaldamento delle gomme e il poco grip sul posteriore. "Non saprei dire come andrà la gara, cercheremo di fare le cose giuste al momento giusto".

Sabato di sofferenza per la Haas.

Da sottolineare l'ottima prestazione delle due McLaren di Vandoorne (5°) e di Alonso (7°), ma ancor più sorprendenti sono l'ottavo posto della Williams di Sirotkin ed il 9° dell'idolo di casa Charles Leclerc, alla sua terza qualificazione consecutiva in Q2.

Qualifiche a Monaco: Kimi 4°.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE