Dieta mediterranea è morta. DIETA MEDITERRANEA: FINITA O QUALI BENEFICI?

Barsaba Taglieri
Mag 26, 2018

In Grecia, Spagna e Italia oltre il 40% dei bimbi di 9 anni è obeso o in sovrappeso, dato che a Cipro arriva al 43%. A lanciare l'allarme l'Organizzazione mondiale della Sanità in occasione del Congresso Europeo sull'obesità, a Vienna.

La dieta mediterranea viene considerata tra i regimi alimentari più adatti a uno stile di vita sano [VIDEO].

La dieta mediterranea per i bambini di questi Paesi è morta. Bene invece la Francia, l'Irlanda, la Norvegia, la Lettonia e la Danimarca.

Del resto è risaputo che assumere vitamine, in questo caso attraverso alimenti come il pesce, l'olio d'oliva e le verdure tipici della dieta mediterranea, riduce il rischio di malattie derivanti da inquinamento atmosferico.

"La dieta personalizzata - ha spiegato Annamaria Staiano del Dipartimento di Scienze Mediche traslazionali, sezione Pediatria presso l'Università Federico II di Napoli e Vicepresidente della Società italiana di pediatria, nonché coautrice dello studio Caprii - è un'intuizione speciale che dimostra come anche lo stesso alimento produca effetti diversi, in persone diverse".

Eppure i pregi della Dieta Mediterranea sono piuttosto noti.

Protagonista dello studio sarà la Dieta mediterranea i cui benefici comprendono la prevenzione dello sviluppo e la riduzione dell'incidenza delle malattie cardiovascolari, la prevenzione del cancro al seno, il cancro del colon-retto, la depressione, l'asma, il diabete e l'obesità. I Paesi che hanno dato il nome alla dieta medeterranea (più sana del mondo?) arriva dunque dai bimbi più grassi d'Europa.

Dieta mediterranea? Dolci, cibo spazzatura e bibite zuccherate hanno rimpiazzato i piatti della dieta tradizionale, ricca di frutta e verdura, pesce e olio extravergine d'oliva. Sebbene si sia registrato un maggior numero di decessi nelle aree maggiormente inquinate, tuttavia dalla ricerca è anche emerso che a parità di livelli di inquinamento la mortalità è risultata più contenuta tra i volontari che seguivano la dieta mediterranea. Secondo 'The Guardian', i Paesi mediterranei stanno affrontando il problema. Grazie all'elevato contenuto di grassi insaturi, fibre, vitamine e oligoelementi, con azione anti-radicali liberi, la dieta mediterranea ha un importante potere anti-infiammatorio e anti-ossidante. Gli ultimi numeri, relativi al periodo 2015-17, mostrano che i tassi di obesità infantile più bassi spettano a Tajikistan, Turkmenistran e Kazakistan. Gli effetti non dipendono solo dal cibo, ma anche dalla persona che lo assume.

L'analisi scientifica parte dall'intuizione di due ricercatori del Weizmann Institute of Science di Israele, Eran Elinav ed Eran Segal, che sono riusciti a monitorare gli effetti degli alimenti sull'organismo attraverso la raccolta di parametri individuali quali il profilo glicemico, gli indici nutrizionali, il microbiota intestinale e il tipo di attività fisica e, tramite, un algoritmo, a formulare una dieta personalizzata.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE