Poliziotto si spara con la pistola di ordinanza: era a casa della fidanzata

Bruno Cirelli
Mag 18, 2018

Ha usato l'arma di ordinanza per togliersi la vita, ma non sono chiare le ragioni del gesto. La notizia del suo suicidio ha fatto rapidamente il giro della Questura di Venezia e su WhatsApp.

In 15 giorni è entrato in servizio per la prima volta, a 24 anni, nel corpo di polizia, è riuscito ad andare a trovare la fidanza e, infine, si è tolto la vita: le assurde e tragiche due settimane di Francesco Brescia, 24enne pugliese originario di Monopoli, sono state rese note questa mattina dal Gazzettino e dal Messaggero. Era a Trieste a casa della sua fidanzata quando ha decido di compiere quel gesto estremo. I colleghi del commissariato lagunare sono sotto choc, sconvolti per una notizia arrivata come un fulmine a ciel sereno. Come spiegano i colleghi del Messaggero, Francesco aveva appena superato il corso per diventare poliziotto ed era stato inviato e assegnato, come primo incarico nel commissario San Marco di Venezia. Il poliziotto Francesco Brescia, 24 anni, originario di Monopoli (Bari), giovedì pomeriggio [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, - Ladyblitz clicca qui -Cronaca Oggi, App on Google Play] era a Trieste, a casa della fidanzata. Sull'accaduto al momento stanno indagando i colleghi di Trieste e al momento non è stato ritrovato alcun biglietto di addio o qualsiasi altra traccia che possa riportare alle spiegazioni di questa triste gesto.

Tutte le ipotesi sono aperte, anche se nessuno dei colleghi veneziani era riuscito a intuire nulla sul suo malessere.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE