Ozil e Gundogan ricevuti da Erdogan: terremoto in Germania

Paterniano Del Favero
Mag 17, 2018

Due calciatori tedeschi, Mesut Özil e Ilkay Gündogan, sono al centro di un'accesa polemica in Germania. Gundogan ha anche aggiunto una dedica personale: "Al mio Presidente con rispetto". Per questo non è positivo che giocatori della nostra nazionale si facciano sfruttare per i suoi fini.

Secondo quanto riporta la BBC, domenica scorsa, durante un evento a Londra, i due giocatori che militano in Premier League (rispettivamente all'Arsenal e al Manchester City) hanno incontrato il presidente turco a cui poi hanno donato delle magliette autografate.

Le foto dei due talenti calcistici insieme a Erdogan ha scatenato un putiferio, viste le tensioni politiche ed extra-calcistiche tra Germania e Turchia.

Roma, 15 mag. (askanews) - Amano segnare e distribuire assist, ma quello di ieri - per Mesut Ozil e Ilkay Gundogan - ha tutti i crismi dell'autogol. Loew ha comunque dato atto ai due atleti "di aver fatto molto per l'integrazione" e li ha confermati nella lista preliminare dei 27 nomi della nazionale tedesca per i Mondiali di Russia.

Nelle parole della cancelliera Merkel, l'episodio "solleva interrogativi e favorisce incomprensioni". Gundogan ha provato a giustificarsi: "Non volevamo trasmettere messaggi politici, siamo calciatori, abbiamo scelto la strada della cortesia col presidente della nazione d'origine dei nostri genitori". "Inaccettabili e calunniose", ha definito le critiche all'incontro il capo della Federcalcio turca, Yildirim Demiroren, che ha definito Erdogan "un grande appassionato di calcio": "È del tutto normale che il presidente inviti giocatori di origine turca, nati in Germania".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE