MotoGP, Ducati alza l'offerta: Dovizioso ci starà?

Rufina Vignone
Mag 17, 2018

La casa di Borgo Panigale non ha ancora preso una decisione, entrambe le selle sono ancora libere quindi tutto è ancora possibile.

I buoni risultati ottenuti da Iannone non sono passati certo sotto traccia e proprio la Ducati avrebbe contattato il pilota abruzzese che, intervistato alla mostra ideata da Drudi Performance al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, risponde così: "La mia priorità è restare in Suzuki, stiamo discutendo del nostro futuro". Una pista amica al forlivese della Ducati, dove si è qualificato in prima fila cinque volte su dieci partecipazioni e salito sul podio tre volte in MotoGP, l'ultima volta nel 2015 quando si è classificato al terzo posto. Sicuramente entro il Mugello avremo la risposta definitiva - ha detto Dall'Igna, presente ad Imola per la tappa di Superbike, ai cronisti presenti -. "Al momento siamo concentrati per trovare un accordo con Dovizioso, dopo inizieremo a pensare ad altri piloti". L'impressione però è che siamo davvero vicini alla firma. Questa è la realtà delle cose.

Andrea non ha però la minima intenzione di arrendersi a seguito del Gran Premio di Spagna: "Dopo le prestazioni che abbiamo dimostrato in gara, su una pista in teoria non favorevole per noi, credo che adesso facciamo un po' più paura agli avversari- ha commentato - sono quindi fiducioso di poter fare una bella gara anche in Francia". La data di scadenza è fissata per l'appuntamento del Mugello - che si correrà il prossimo 3 giugno -, andare oltre significherebbe compromettere la prossima stagione, oltre al fatto di rischiare di non avere il tempo necessario per intavolare una trattativa con un altro pilota. Lo dico da Ducatista, in questo momento ha qualcosa in più rispetto a me e Lorenzo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE