Salvini: "Punto d'incontro con M5S, oggi programma di Governo"

Bruno Cirelli
Mag 16, 2018

E dal faccia a faccia uscirebbe l'ultima ipotesi per salvare l'accordo di governo tra Lega e Movimento 5 Stelle: una staffetta a Palazzo Chigi tra i due.

Chi si aspettava di conoscere il nome del presidente del Consiglio indicato da Movimento 5 Stelle e Lega è rimasto deluso. Nel frattempo il Capo dello Stato deve gestire i primi "scricchiolii" e polemiche ricevute per la gestione di questo lunghissimo tempo post-elettorale: Fratelli d'Italia e soprattuto la Lega iniziano ad essere insofferenti sul mancato incarico conferito a Salvini in questi due mesi e sul continuo traccheggiare che parrebbe "aiutare" molto più Di Maio che non il Carroccio. Ai social affida il suo commento anche il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda che su Twitter scrive: "Il contratto M5S Lega oltre a contenere il più enorme cumulo di baggianate economiche mai scritte a memoria d'uomo prevede la chiusura dell'Ilva".

Roma, 16 mag. (AdnKronos) - "Nessuno ce lo ha chiesto, ma se serve a far partire il governo, io e Salvini siamo pronti anche a stare fuori". Matteo Salvini non sarà mai l'ostacolo per la nascita di un governo, se c'è bisogno di un passo di lato lo faccio con spirito di servizio. Anche oggi c'è qualche eurocrate non eletto che ci attacca, oggi il Ft parla di nuovi barbari.ma come vi permettete? L'intesa sul programma potrebbere essere in vista, dunque.

Salvini: "Siamo al tratto finale".

Salvini ha annunciato una consultazione tra gli elettori leghisti "solo e soltanto se c'è un programma firmato nero su bianco con i tempi, i costi e i modi", e ha detto che al tavolo sul programma si è trovato un punto d'incontro con il M5s "su come smontare la legge Fornero". Pagare meno per pagare tutti, e allora sì chi continua a evadere va in galera. Non sembra possibile, per esempio, che la BCE accetti di cancellare 250 miliardi di euro di debito italiano; e anche se decidesse di farlo, il rischio è spaventare i privati che detengono titoli italiani, che potrebbero essere incoraggiati a liberarsene nel timore che il governo italiano non voglia più rimborsarli. In un'altra sezione si parla di intervenire sulla prescrizione per ridurla, di aumentare le pene contro la corruzione e di aumentare l'utilizzo delle intercettazioni.

Un "programma dei sogni", per chi spera in una rottura con i vincoli dell'Unione europea, o un "programma degli incubi" per chi teme i riflessi brutali dei mercati finanziari (ricordate il ricatto dello spread nel 2011?). "Il governo 5 stelle-Lega si farà".

Secondo Carmelo Lopapa su Repubblica Matteo Salvini ha accettato di prendere in considerazione l'ipotesi, per lui finora indigesta, di ricorrere alla staffetta.

Mentre ci sarebbe l'accordo sul taglio delle pensioni d'oro. "Gli accordi un tanto al chilo non fanno per noi, speriamo di vederci presto o perchè si comincia o perchè ci si saluta".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE