Tassa Seattle, Amazon si dice "delusa"

Paterniano Del Favero
Mag 15, 2018

Il consiglio comunale di Seattle ha approvato la cosiddetta 'Amazon tax', ovvero l'imposta sulle grandi aziende per aiutare i senzatetto. Si tratta di una versione meno aggressiva della "head tax" allo studio da settimane e molto controversa.

Il consiglio comunale - riportano i media americani - sembra avere i voti necessari per passare la misura, un'imposta da 500 dollari per dipendente ogni anno per le aziende che realizzano ricavi annuali per almeno 20 milioni di dollari. È l'ultima idea di Seattle, la città di Amazon, che con la tassa sulle multinazionali punta a raccogliere 75 milioni di dollari l'anno per far fronte all'emergenza senzatetto.

Drew Herdener, vicepresidente di Amazon, ha anche fatto notare come la crescita delle entrate della città abbia superato quella della popolazione: "Seattle non ha un problema di entrate, il problema è l'efficienza della spesa".

La tassa, che resterà in vigore 5 anni, farà intascare al comune circa 44,7 milioni di dollari annui destinati alla costruzione di case popolari e al finanziamento di progetti di assistenza ai senzatetto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE