Reggio Calabria, da oggi YouPol, la nuova App della Polizia, è attiva

Bruno Cirelli
Mag 15, 2018

Si tratta di una funzione che consente di inviare segnalazioni alla sala operativa della Questura, anche anonimamente, se si è testimoni e se si è a conoscenza di episodi di bullismo o di traffico di stupefacenti.

In effetti, nelle zone in cui è già in uso, YouPol ha permesso di ottenere risultati importanti: dall'avvio del progetto, a fine 2017, a oggi, i download effettuati sono stati più di 118.000, le segnalazioni per casi di bullismo 1.152, quelle per uso di sostanze stupefacenti 2.132, per un totale di circa 3.283 segnalazioni che, in vari casi, hanno permesso di fermare o arrestare persone coinvolte in giri di illegalità. Le segnalazioni ricevute non rivestivano carattere d'urgenza, nel senso che non era necessario un intervento immediato e sono state gestite poi dagli uffici competenti della Questura, come l'Ufficio Minori e la Squadra Mobile. Utilizzare questo strumento è molto semplice, basta effettuare una chiamata d'emergenza alla centrale operativa della proprio città attraverso il pulsante rosso che si trova sullo schermo. Realtà che troppo spesso restano sommerse e che sono fonte di emarginazione e grande sofferenza. Nel frattempo, la polizia ricorda che è sempre e costamente attivo il numero di telefono 112.

Le segnalazioni alla Polizia possono essere di solo testo oppure accompagnate da fotografie. "A volte è difficile segnalare certi episodi e avere uno strumento che consente di farlo in modo anonimo può rappresentare un primo passo verso quell'assunzione di responsabilità che auspichiamo diventi un patrimonio comune dei nostri giovani". Un gioco da ragazzi, pensata per i giovani, ma aperta a ogni cittadino, allo scopo di renderli più consapevoli e partecipi del sistema di sicurezza.

L'applicazione ha sinora riscosso un considerevole successo tra i cittadini.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE