Cos'è la retinite pigmentosa, la malattia di cui soffre Annalisa Minetti

Ausiliatrice Cristiano
Mag 14, 2018

Con la nuova gravidanza, in vista del dolore del passato, è nata la necessità di mantenere il più stretto riserbo: "Ho aspettato tanto a dirlo, non volevamo dirlo a nessuno per paura", ma alla fine ogni dolore è stato spazzato via dalla nascita della piccola Elena: "È arrivata lei e io ho smesso di pensarci e l'ho soltanto attesa". La bambina è nata il 29 marzo ed è stata descritta dalla madre come un vero miracolo.

Non ci sperava praticamente più: dopo un figlio, Fabio, di nove anni, e un doloroso aborto spontaneo, Annalisa Minetti pensava che la sua vita da mamma non potesse più portarle sorprese. L'intervista a Domenica Live è disponibile sul sito ufficiale Mediaset. "Quel cordone ombelicale potrebbe essere una speranza per tutta la mia famiglia" ha affermato la Minetti, sposata con il fisioterapista Michele Balzarino. "È stato un altro miracolo della mia vita, è arrivata quando non ci credevamo più", ha commentato nel salotto di Barbara D'Urso. Prima di scoprire che soffriva di retinite pigmentosa, la cantante ha accusato i sintomi tipici della malattia: perdita graduale della vista e difficoltà a vedere in lontananza, soprattutto in presenza di scarsa illuminazione. Attraverso il mio dna stiamo cercando di capire quanto progredisce la mia malattia e quanto velocemente peggiora per capire quanto tempo abbiamo ancora. Polemiche a parte, la cantante ha spiegato che grazie alla sua bimba potrebbe trovare una cura al suo problema di cecità. Se anche non vedo più, ho alcuni recettori ancora vivi e devo tenerli vivi il più possibile. La ricerca sulle cellule staminali, infatti, è in continua evoluzione, e non è escluso che un giorno, la patologia che affligge la Minetti agli occhi possa essere curata proprio grazie a queste.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE