Ubi Banca sui massimi dal 2016 dopo una buona trimestrale

Paterniano Del Favero
Mag 11, 2018

Le azioni UBI Banca in grande spolvero dopo una prima trimestrale 2018 oltre le attese degli analisti.

Utile trimestrale migliore delle attese per Ubi Banca. L'ultimo trimestre dell'anno si è era invece chiuso con un rosso di 11,9 milioni. Nel primo trimestre, infatti, Ubi ha fatto rettifiche di valore nette per deterioramento crediti per 117,7 milioni di euro.

Positivo l'andamento delle commissioni nette cresciute a 407,3 milioni (+3,1%) rispetto ai 395 milioni del quarto trimestre 2017, recuperando il rallentamento commerciale legato alle attività di integrazione delle banche acquisite e alla riorganizzazione commerciale.

I crediti netti verso la clientela si attestano complessivamente a 91,6 miliardi al 31 marzo 2018, mostrando un rialzo dello 0,65% rispetto a inizio 2018, principalmente nel comparto Imprese. L'incidenza dei crediti deteriorati lordi è invece scesa dal 12,85% al 12,74% e quella dei netti dall'8,19% all'8,06%.

L'indice CeT1 "fully phased" di solidità patrimoniale è salito al 11,64% (12% CeT1 "phased in"), mentre il Total Capital è al 14,13%.

Con riferimento all'anno corrente, l'istituto ha confermato in toto le indicazioni già fornite in sede di approvazione del bilancio 2017.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE