Crescita a due cifre per ricavi e utili del gruppo Pro-Gest

Paterniano Del Favero
Mag 11, 2018

Abbiamo tutto ciò che ti serve: segnali precisi ed affidabili all' 88% per 3 volte al giorno!

Primo nove mesi dell'esercizio 2017-2018 in crescita oltre le stime per Mediobanca, che ha raggiunto un utile netto di 682 milioni, in crescita dell'11% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente. Il costo del rischio in discesa a 59 punti base (-33 punti base). Il risultato operativo è salito del +19% a 813 milioni. Al risultato netto dei 9 mesi concorrono inoltre 95,9 milioni di plusvalenze nette (realizzate prevalentemente sulla cessione Atlantia del primo trimestre), solo in parte assorbite dal contributo ai fondi di risoluzione e tutela dei depositi (36,7 milioni contro 78,4 milioni) di cui 26,3 milioni registrati nell'ultimo trimestre per l'accantonamento ordinario al Single Resolution Fund. Quanto ai dati patrimoniali, il totale attivo aumenta nel trimestre da 72,1 a 72,9 miliardi per i maggiori volumi dell'attività creditizia e dei titoli del Banking Book. I ricavi di gruppo sono stati pari a 2,9 miliardi (+1,8%) trainati dal risparmio postale.

"La raccolta diretta è stabile a 13,3 miliardi di euro, quella indiretta sale da 7,1 a 7,9 miliardi beneficiando del rafforzamento della rete distributiva anche attraverso l'apporto dei promotori finanziari (circa il 65% delle nuove masse gestite sono attribuibile a questi ultimi)".

Il risultato, spiega un comunicato, riflette il progressivo consolidamento delle acquisizioni nel Wealth Management, nonché il buon andamento di tutte le altre divisioni, in particolare del Consumer Banking.

A fine marzo l'indebitamento netto del gruppo ammontava 5,43 milioni di euro, in aumento rispetto ai 4,96 milioni di inizio anno per effetto dello slittamento degli incassi da parte della clientela, dovuto alla concomitanza di festività coincidenti con la fine del trimestre.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE