Istat: "Cinque milioni di italiani in povertà assoluta"

Paterniano Del Favero
Mag 9, 2018

Queste percentuali aumentano nelle regioni meridionali, dove le famiglie in povertà assoluta rappresentano l'8,5% del totale e quelle in povertà relativa raggiungono il 19,7%. "La restante parte - ha aggiunto - deriva dal peggioramento della capacità di spesa di molte famiglie che sono scese sotto la soglia di povertà".

Inoltre nel 2017, in più di 1 milione di famiglie italiane "tutti i componenti appartenenti alle forze di lavoro erano in cerca di occupazione", il che si traduce in 4 famiglie su 100. E' uno scenario preoccupante quello descritto dal presidente dell'Istat, Giorgio Alleva, nell'audizione sul Def davanti alle commissioni Speciali congiunte di Camera e Senato. La crescita è stata più vivace al Nord (+1,3%, +35mila) rispetto a quanto osservato nel Centro (+0,7%, +8mila) e nel Mezzogiorno (+0,1%, +2mila).

La ripresa dell'inflazione nel 2017 spiega circa la metà (tre decimi di punto percentuale) dell'incremento dell'incidenza della povertà assoluta, ha sottolineato Alleva. La serietà dell'emergenza abitativa è dimostrata anche dall'aumento del numero dei 'senza tetto', tra cui si registra un nuovo e sensibile aumento dei giovani e delle famiglie con bambini. Complessivamente, si stima che lo scorso anno siano in poverta' assoluta 154mila famiglie e 261mila individui in piu' rispetto al 2016.

IVA - Alleva avverte poi che dalla mancata sterilizzazione dell'Iva il prossimo anno "avremmo problemi" che si rifletterebbero con un "minore tasso di crescita dello 0,1%". Ad aprile, infatti, sembrano confermarsi i "segnali di decelerazione, che prospettano uno scenario di minore intensità della crescita". L'occupazione giovanile, evidenzia l'Istituto di statistica, "si caratterizza sempre di piu' per un'elevata incidenza di lavoratori a termine, che costituiscono circa un terzo dei lavoratori alle dipendenze e il 28,2% del totale dell'occupazione giovanile (31,1% per le donne)". "Rispetto al 2008, l'incidenza del lavoro a termine per i giovani 'è aumentata di nove punti percentuali, a fronte di un aumento più contenuto sul totale 10 dell'occupazione (+1,9 punti)".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE