Ancelotti, Mancini? Italia in buone mani

Rufina Vignone
Mag 8, 2018

Non me lason sentita di cambiare mestiere. "È stata una decisionedifficile, ma devo ascoltare quello che sento".

Nell'intervista rilasciata a Milan Tv in vista della finale di Coppa Italia contro la Juventus, Carlo Ancelotti ha approfondito anche la questione riguardante il nuovo corso rossonero, partendo dalle critiche arrivate a Fassone e Mirabelli.

Ancelotti non esclude però un ritorno in Serie A: "Non lo so cosa può succedere da qui a poco tempo. Prima o poi qualcosa salterà fuori". "Tornare in Italia? Non ci sarebbe nessun problema nel tornare..." "Con Mancini siamo in buone mani". "E' chiaro che è un momento delicato, perchè la squadra è un po' indietro ma con i giusti investimenti e le qualità imprenditoriali che hanno i dirigenti penso si possa risalire".

FINALE DI COPPA ITALIA - "La vedrò insieme a un mio amico, che fa lo chef qua in Canada".

Su Gattuso: "Sta facendo molto bene, ha fatto un periodo molto buono, nell'ultimo periodo ha pagato un po' soprattutto dal punto di vista mentale". E' molto milanista e ci metteremo la maglia del Milan, questo posso fare per supportare i rossoneri. Speriamo di poter festeggiare mercoledì. Lui che è stato il tecnico dei trionfi dell'ultimo grande Milan di Silvio Berlusconi, ma che ha allenato anche la Juventus, prende posizione e si schiera con la squadra di "Ringhio" Gattuso. "Il Milan ha una sua identità in entrambe le fasi, forse manca ancora un po' in finalizzazione". "Conosce molto bene la squadra bianconera e saprà motivare i suoi giocatori". Ai tifosi dico di stare vicini alla squadra, seguendola con passione.

E' considerato uno dei migliori allenatori del pianeta e, non è un caso, che il suo nome nelle ultime settimane sia stato accostato a quello di alcune tra le più importanti panchine europee. "Il Milan dovrà essere bravo a trovare spazi con una difesa che dal punto di vista collettivo lavora molto bene, ma dal punto di vista dei singoli qualche problema lo ha".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE