Di Maio e Berlusconi hanno qualcosa in comune

Ausiliatrice Cristiano
Mag 7, 2018

Folta la delegazione: Gian Marco Centinaio e Giancarlo Giorgetti, capigruppo leghisti a Camera e Senato, insieme a Matteo Salvini; Anna Maria Bernini e Mariastella Gelmini, insieme a Silvio Berlusconi per Forza Italia, e Stefano Bertacco e Fabio Rampelli, insieme a Giorgia Meloni per Fratelli d'Italia. Nel summit, durato circa due ore, Salvini ha espresso ai suoi alleati la posizione della Lega: se collimerà con quella di Di Maio lo scopriremo tra poco. "Se c'è buona volontà si può ancora fare un governo politico". Ora sta al Capo dello Stato decidere se affidare a Salvini l'incarico o meno. Contiamo che sia l'ultima volta che cerchiamo una maggioranza.

All'uscita dalle consultazioni con il presidente della Repubblica, Luigi Di Maio ha accettato di rispondere ad alcune domande dei giornalisti presenti nella sala stampa del Quirinale.

Oggi siamo in una nuova fase: sono disponibile a scegliere con Matteo Salvini un presidente del Consiglio terzo che formi un governo con un mandato ben preciso: abolire la legge Fornero, approvare il reddito di cittadinanza e una seria legge anticorruzione.

Ritiene però che "per mettere al riparo da certi rischi l'economia italiana ci vuole un governo politico".

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarebbe intenzionato a un governo di tregua per traghettare il Paese fino al 2019. L'ultima mossa, forse la decisiva (questo è quanto sperano tutti gli italiani), è stata partorita da tutto il caos scaturito finora. Sì ad un Governo M5S-Lega, ma con un Premier terzo. "Ci auguriamo che il presidente della Repubblica ci dia modo di cercare una maggioranza che contiamo di poter trovare mettendoci in campo personalmente". Per Luigi Di Maio, un governo con la Lega è possibile.

"Sto provando fino all'ultimo a dare un governo al Paese, ascoltando tutti: se ci riesco sono felice, altrimenti l'unica opzione e' tornare al voto per chiedere fiducia direttamente agli italiani" dice Salvini, che aggiunge: "Penso che la data dell'8 luglio sia quella piu' vicina efficace, netta per dare un governo". Alle 16.40 sarà la volta degli esponenti del gruppo misto del Senato e alle 17 toccherà alla delegazione del gruppo misto della Camera.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE