Iran, Rohani avverte gli Usa: "Se lasceranno l'accordo nucleare, se ne pentiranno"

Bruno Cirelli
Mag 6, 2018

Questo l'avvertimento rivolto a Trump dal presidente iraniano Hassan Rohani durante il discorso trasmesso dalla tv di Stato.

L'accordo nucleare è stato siglato nel 2015 tra Iran e Gran Bretagna, Cina, Francia, Germania, Russia e Stati Uniti, poi guidato da Barack Obama.

"Se gli Stati Uniti lasciano l'accordo nucleare, presto vedrete che se ne pentiranno come mai prima nella storia", ha detto Rouhani in un discorso televisivo nell'Iran nord-occidentale.

Rohani, nel contestare la politica della Casa Bianca, ha ricordato che in Iran "siamo tutti uniti, tutti gli attori politici, di destra, di sinistra, conservatori, riformatori o moderati (.) Trump deve sapere che il nostro popolo è unito, il regime sionista deve sapere che il nostro popolo è unito". In ogni caso, il presidente iraniano assicura di avere "in programma piani per far fronte a qualsiasi decisione del presidente statunitense". L'accordo prevede che i paesi occidentali eliminino progressivamente le sanzioni economiche imposte all'Iran negli ultimi anni, mentre l'Iran ha accettato di limitare il suo programma nucleare e di sottoporre a periodici controlli da parte dell'ONU i suoi stabilimenti nucleari. Donald Trump è però convinto che quell'accordo sia troppo blando per gli iraniani, sottolineando inoltre il fatto che grazie a quell'intesa, Teheran abbia ottenuto 100 milioni di dollari, investiti in terrorismo e armamenti vari. "Rohani per ora resta a guardare, ma afferma che per alcuna ragione l'intesa sarà "integrata" o rinegoziata".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE