Di Maio, l'offesa a Salvini: Berlusconi ti paga? Salvini: ora querelo

Bruno Cirelli
Mag 6, 2018

Roma, 4 mag. (AdnKronos) - "Non ci sono le condizioni per fare un governo politico né con Di Maio né con Salvini, il Pd ascolterà il Presidente Mattarella e proseguirà nel suo approccio costruttivo". Lo ha detto Luigi Di Maio, leader del Movimento5Stelle, conversando con i cronisti in Transatlantico.

Come si può vedere, la maggioranza degli intervistati per superare questa impasse è favorevole a tornare al voto al più presto con o senza una nuova legge elettorale. Ma sono pochi. Tra questi Fabrizio che esorta: "Proviamo questa strada, comunque vada non ci porterà alcun discapito".

Per loro è davvero difficile stare dietro alle sterzate e ai cambi di programma del loro leader, che in un paio di mesi è passato da due a zero forni e in due giorni dalla fase "responsabilità e cortesia istituzionale" a quella "non esiste tregua per i traditori del popolo". Ma Luigi Di Maio, dopo aver sparato a zero contro il governo di tregua, ipotesi allo studio del Colle, e lanciato l'appello per un ritorno veloce alle urne a giugno, per il momento tace. Mentre Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, fa sapere che "l'unico modo per rispettare la volontà popolare è affidare l'incarico di governo al centrodestra che ha vinto le elezioni". Poi però Sergio Mattarella è chiamato a prendere una decisione, e c'è la sensazione che non ci sarà molto da attendere, al massimo martedì sera la situazione sarà delineata. Matteo Renzi infine scende in campo per replicare alle accuse del comico genovese: "Hanno capito che non hanno i numeri per Palazzo Chigi e sbroccano".

"Tutti i trattati che sono stati firmati erano giusti ma sono stati deformati da regolamenti", ha aggiunto Grillo spiegando che "in seno al Movimento Cinque Stelle, abbiamo riflettuto a 7 punti come il Patto di bilancio europeo, l'eurobond, l'euro-obbligazione o ancora la condivisione del debito".

"Per cambiare - aggiunge - ce lo devono far fare". Salvini ha fatto la sua ultima offerta al M5s chiedendo un accordo per un governo a tempo che possa condurre a una nuova legge elettorale e sterilizzare l'aumento dell'Iva.

Governo di tregua lungo o corto un anno a seconda di come la si vede. E prosegue: "Teniamo presente che se si fa questo governo di tregua è perché Salvini si è alleato col Pd". Questo, per il capo politico del M5S, "significherà dover chiamare in causa i cittadini". Secondo Di Maio si deve tornare a votare con il Rosatellum perchè una nuova legge elettorale "non si può fare, perderemmo anni a discuterne".

Fa parte della cultura profonda M5S: Di Maio al fatto che Salvini non abbia scaricato Berlusconi per fare un governo Lega-M5S non trova migliore spiegazione che quella dei...soldi. E a un certo punto l'accordo sembrava questione di ore: ma non avevano fatto i conti con Berlusconi il Combattente per antonomasia, lesto a bloccare Salvini sulla via di Di Maio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE