Georges Méliès e il suo Viaggio nella Luna

Geronimo Vena
Mag 3, 2018

Il Doodle pubblicato oggi è stato realizzato da Google Spotlight Stories - la divisione dedicata ai racconti in realtà virtuale - in collaborazione con Google Arts & Colture e Cinémathèque Française.

Google ha deciso di celebrare il regista e illusionista francese Georges Méliès, che è considerato uno degli inventori del cinema insieme ai fratelli Lumière, con un doodle - cioè un'animazione, un disegno o, in questo caso, un video che sostituisce il logo del motore di ricerca sulla sua pagina iniziale.

Il 3 maggio del 1912 usciva il corto "À la conquête du pole" di Melies tratto da un racconto di Jules Verne.

Un Google Doodle innovativo non poteva che essere dedicato a uno dei primi grandi innovatori nella storia del cinema. Trascorso ormai più di un secolo, dobbiamo allo spirito pionieristico di Georges Méliès buona parte dei prodigi cinematografici e degli effetti speciali odierni. Le manoir du diable è invece ritenuto il primo film horror della storia. Méliès era coinvolto in ogni aspetto della produzione delle sue opere, dall'ideazione del set alla direzione degli attori. Il primo montaggio cinematografico avvenne infatti in un suo film datato 1896, intitolato "Escamotage d'une dame chez Robert-Houdin", in cui venne messa in scena l'illusione di una donna che scompariva sotto un telo: il trucco fu rappresentato interrompendo le riprese, facendo uscire di scena la donna, e poi montando la scena come se non ci fosse stato alcuno stacco. Hélène Leroux, responsabile del progetto artistico del Doodle, ha dichiarato: "Oltre a essere un mago, Méliès era un narratore esperto, quindi era importante che il Doodle avesse una storia chiara". Ma il doodle di oggi ha una marcia in più poiché utilizza la realtà virtuale a 360 gradi. "Si è anche dimostrato un visionario, in grado di anticipare scoperte o eventi futuri". Il film Voyage dans la Lune (Viaggio nella Luna, 1902) profetizza in modo ironico e, al contempo, sensazionale l'atterraggio dell'uomo sulla Luna, realmente avvenuto 67 anni più tardi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE