Cambridge Analytica chiude: travolta dallo scandalo dati di Facebook

Bruno Cirelli
Mag 3, 2018

La differenza col caso che ha coinvolto il colosso fondato da Mark Zuckerberg è, tuttavia, ampia e sostanziale.

Sulla bocca di tutti per settimane, pare che lo scandaloCambridge Analytica si stia ora allargando agli altri social, compreso Twitter.

Zuckerberg durante la deposizione sullo scandalo Cambridge Analytica al Congresso Americano
Zuckerberg durante la deposizione sullo scandalo Cambridge Analytica al Congresso Americano

Cambridge Analytica chiude i battenti. I servizi di Cambridge Analytica sono stati usati anche dalla campagna di Donald Trump per la corsa alla Casa Bianca, analizzando i comportamenti su Facebook per individuare le preferenze politiche degli utenti cui venivano lanciati messaggi elettorali mirati. Così, dopo la tempesta che ha colpito Facebook, anche Twitter rischia di essere fortemente criticata, dopo aver confermato di aver venduto l'accesso ai suoi dati pubblici alla società Gsr del ricercatore Aleksandr Kogan, la stessa del quiz dal quale è nata la raccolta di informazioni di milioni di utenti Facebook poi finiti alla compagnia di data mining.

"Nel 2015 la Gsr ha avuto un accesso Api di una sola volta a una campione casuale di tweet pubblici relativi a un periodo di cinque mesi, da dicembre 2014 ad aprile 2015", ha dichiarato Twitter a Bloomberg. Infatti, Twitter ha dichiarato di "non aver rilevato alcun accesso" a informazioni private degli utenti. "Secondo i nostri rapporti, per quanto riguarda una revisione interna, non abbiamo trovato nessun accesso a dati privati su persone che usano Twitter". "Nonostante ciò la certezza che i suoi impiegati abbiano sempre agito in maniera etica e legale - ha spiegato ancora Cambridge Analytica - l'assedio dei media ha bloccato virtualmente ogni nostro cliente e fornitore".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE