Vaccini, in VdA ammessi a scuola 8 non in regola. Codacons: caos

Barsaba Taglieri
Mag 2, 2018

Caos vaccini al Nord-Ovest. Lo denuncia il Codacons, "dopo le decisioni nettamente diverse prese da alcune scuole sull'ingresso dei bambini non in regola con le vaccinazioni obbligatorie". "La nostra speranza è che il prossimo Governo metta mano a questa legge assurda e discriminatoria, rendendo obbligatori i vaccini in modo più equo e garantendo i diritti delle famiglie schiacciati dal Ministro della salute e dal suo entourage", conclude Rienzi. La dirigente scolastica delle scuole materne Keller e Kandinskij, nel quartiere Mirafiori, ha notificato alle famiglie di due bimbi il divieto a presentarsi in classe fino a quando non saranno in regola con le vaccinazioni.

Il divieto è scattato anche nei confronti di due famiglie residenti a Collegno, in provincia di Torino. "Il rispetto della legge non è una questione politica - sostiene Cavallone -". "Per tutto l'anno abbiamo inviato ai genitori numerose sollecitazioni" - continua Cavallone - "L'Asl ci ha comunicato che, su 172 bambini iscritti agli asili comunali, due non sono stati vaccinati".

"Nessuno si è assunto la responsabilità di non far entrare a scuola i bambini, anche a causa di un vuoto normativo", ha spiegato Minetti.cuola solo quando forniranno un documento in grado di attestare la messa in regola con le vaccinazioni.

In Valle d'Aosta otto bambini sono stati ammessi a scuola nonostante non fossero in regola con le norme nazionali, scaduti i termini per l'adempimento dell'obbligo vaccinale. Lo riferisce all'ANSA Stefano Minetti, presidente dell'associazione Pro libera scelta Vda.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE