Le borse di studiano diventano curiose e innovative - aprile

Geronimo Vena
Mag 2, 2018

Non più soltanto il merito e i voti: oggi le borse di studio possono essere destinate anche ai giovani che hanno progetti innovativi, con alcune iniziative davvero curiose e originali.

 

Esotici, rallentati, sorridenti o impegnati in progetti sul territorio: non è un elenco di soggetti "strani" che è possibile incontrare nelle (o forse più probabilmente fuori alle) aule delle università, ma la lista dei requisiti di base per partecipare ai bandi per le borse di studio più originali che ci sono in Europa.

Non solo voti ed esami

A promuovere queste iniziative è una start up sociale di nome European Guide Funding, che si propone come mission proprio quella di trovare corrispondenze tra i requisiti richiesti per la borsa di studio e le caratteristiche di ogni singolo candidato. Detto in altri termini, questa società non profit cerca di estendere la partecipazione ai finanziamenti anche a studenti che non rientrano nei canoni "classici", quelli che premiano solo il merito accademico.

Borse di studio per tutti

In realtà, come sottolineato da Mira Maier, cofondatrice e direttore generale di European Funding Guide, "le possibilità di vincere una borsa di studio da parte di persone non accademicamente dotate sono del 40 per cento", ma nella maggioranza dei casi "in pochi si candidano" perché si ritiene che "le borse di studio siano destinate a persone molto dotate e, allo stesso tempo, anche molto sottostimate".

Sopperire ai limiti del sistema

Una situazione che rischia di far perdere milioni di euro, che non vengono erogati nella maniera giusta, e che è ancora più preoccupante in un Paese come l'Italia, dove ci sono circa 7 mila studenti che, soltanto nell'ultimo anno, hanno partecipato a un bando pubblico per borse di studio e, pur risultando meritevoli del finanziamento, non hanno ottenuto neppure un euro perché i fondi nazionali sono inferiori alle necessità.

L'iniziativa con Piucodicisconto

Ecco che, allora, entrano in gioco queste iniziative alternative e private, come quella messa a punto da European Funding Guide e da Piucodicisconto, portale di riferimento nel nostro Paese per la ricerca di coupon promozionali per risparmiare nello shopping online: anziché cercare solo gli studenti "più bravi" in termini di profitto, questa volta saranno premiati i giovani intraprendenti che riescono a coniugare lo studio (magari senza raggiungere le vette di altri colleghi) con progetti di impegno attivo sul territorio o con idee imprenditoriali in fieri.

Un sostegno a chi studia e progetta

Più nello specifico, questa iniziativa è dedicata a "studenti che aspirano a vincere le sfide più impegnative", a giovani che hanno "raggiunto un obiettivo che gli amici o la stessa famiglia ritenevano impossibile": tra gli esempi forniti nella presentazione del bando ci sono vari profili, come un "grande utilizzatore di coupon e codici sconto che riesce così a dedicare i risparmi del bilancio mensile da studente al progetto nel no-profit", oppure persone che hanno terminato con successo il primo ciclo di studi universitari provvedendo da sé alle spese, o infine chi ha "in mente un’idea su come raggiungere un obiettivo straordinario", ma necessita dei soldi per realizzarla.

Le borse di studio più curiose

Questo è solo l'ultimo dei progetti messi in campo da European Funding Guide che, come detto, si contraddistinguono per una certa dose di anticonvenzionalità: tra le borse di studio più "memorabili" citiamo ad esempio quella del "buon umore" (per maturandi e studenti che emanano gioia di vivere e non si lasciano sottomettere da nulla), quella "rallentamento" (per candidati che hanno trovato metodi di rilassamento originali, oppure che, coscientemente, affrontano la vita in maniera più lenta), quella per "lo studente più parsimonioso d'Italia" e, infine, quella per i profili "esotici", vale a dire studenti che rompono con gli stereotipi prestabiliti e che hanno vissuto o compiuto cose straordinarie nella loro vita.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE