Fibra ottica Fastweb, multa milionaria Antitrust per pubblicità ingannevole

Paterniano Del Favero
Aprile 24, 2018

L'Antitrust ha sanzionato per una pratica commerciale scorretta Fastweb, per un ammontare complessivo di 4.400.000 euro. Una sanzione simile a quelle già emesse nei confronti di Wind Tre e Tim nelle scorse settimane, rispettivamente di 4,25 e 4,8 milioni.

In base ai rilievi dell'Autorità, Fastweb da un lato ha enfatizzato l'uso integrale ed esclusivo della fibra ottica, e delle relative prestazioni, e dall'altro ha omesso o comunque non ha provveduto ad evidenziare in maniera adeguata le caratteristiche dell'offerta in termini di copertura geografica, di performance e di servizi disponibili.

Il consumatore, a fronte dell'uso del termine onnicomprensivo "fibra", non è stato messo nelle condizioni di individuare gli elementi che caratterizzano, in concreto, l'offerta. L'Antitrust ha analizzato anche le informazioni sulla velocità massima che sembrano incongruenti con la pubblicità tanto che bisogna attivare un'opzione aggiuntiva in promozione gratuita che poi passa a pagamento.

"Le pubblicità relative ad internet, alla fibra ottica e alle velocità delle connessioni risultano troppo spesso ingannevoli perché non informano correttamente il consumatore circa le condizioni delle offerte e le modalità concrete di godimento delle stesse, né dei relativi limiti" afferma il presidente Carlo Rienzi.

Questo problema durante gli spot pubblicitari sono stati omissivi ed ingannevoli tanto da aver truffato ignari consumatori che procedevano alle attivazioni della linea. "La condotta ingannevole e omissiva risulta particolarmente rilevante in considerazione dell'importanza del settore economico interessato, caratterizzato da modelli di consumo ed esigenze degli utenti in continua e radicale evoluzione, a fronte di una crescente offerta di servizi digitali" conclude l'Autorità.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE