Siria: trovata fossa comune, forse fino a 200 corpi

Bruno Cirelli
Aprile 22, 2018

E' stata rinvenuta a Raqqa, l'ex capitale dell'autoproclamato califfato in Siria, una fosse comune. "I miliziani erano asserragliati nell'ospedale". Ed è proprio a Raqqa che è stata piazzata questa fossa comune.

Il Consiglio locale teme che altre migliaia di cadaveri potrebbero essere sepolti sotto le macerie della città. Attualmente l'85% delle abitazioni di Raqqa è inagibile o distrutto dai bombardamenti, e solo 50mila persone hanno fatto rientro nelle proprie case. Una scoperta macabra, che potrebbe contenere fino a 200 corpi. A renderlo noto, secondo quanto riporta Al Arabiya, un funzionario della città. La fossa comune si trova sotto un campo da calcio, vicino ad un ospedale in cui i combattenti dell'Isis si erano trincerati prima della cacciata dalla città, nell'ottobre 2017. Cadde nell'autunno dello scorso anno quando, dopo quattro mesi di combattimenti, venne completamente liberate dalle Forze democratiche siriane, appoggiate dai raid aerei statunitensi. Al momento sono stati recuperati circa 50 cadaveri, tra civili e miliziani. A distanza di sei mesi sono quindi spuntati i resti dello scempio effettuato dall'Isis durante il periodo di dittatura.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE