Rastelli: 'Barella è da Inter, Spalletti un maestro'

Rufina Vignone
Aprile 22, 2018

Mancano ormai solo 5 giornate al termine della stagione e dunque, i pregi e i difetti della rosa nerazzurra, appaiono ormai chiari: tra i limiti messi in evidenza dall'Inter di Spalletti c'è sicuramente la scarsa propensione ad andare al gol, soprattutto con i centrocampisti.

Non è certo un caso che Ausilio abbia comunicato all'entourage di Federico Dimarco la volontà da parte dell'Inter di esercitare il diritto di "recompra" sul Sion proprio dopo aver incontrato i dirigenti del Cagliari martedì a San Siro.

SKRINIAR BIS - Operazione a cui il direttore sportivo dell'Inter lavora da tempo, come certificano i due incontri avuti (uno proprio al in occasione della gara di andata a Cagliari) con Alessandro Beltrami, procuratore del "tuttocampista" rossoblù. I nerazzurri sono pronti a offrire due contropartite più soldi ai sardi per il giovane italiano. Lo sottolinea calciomercato.com: "Il presidente Giulini lo valuta ben oltre i 20 milioni di mesi fa, dall'estero si è attivato il Lione ma anche altri club, eppure la Juve ha fatto un passo indietro visti i costi dell'operazione e le preferenze tecniche per altri centrocampisti italiani, da Cristante a Pellegrini, questione di caratteristiche". Operazione che, tra l'altro, a livello di fair play Uefa peserebbe sul bilancio "appena" 12 milioni legati all'ammortamento del cartellino più il lordo dello stipendio (4 milioni).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE