Milan, Mirabelli: "Ci scusiamo coi tifosi. Senza Europa? Un dramma"

Rufina Vignone
Aprile 22, 2018

"Bisogna chiedere scusa. Con tutto il rispetto del Benevento, il Milan doveva fare qualcosa di diverso". Paghiamo più del dovuto stanchezza e cali di concentrazione, forse la rincorsa a qualcosa di più importante ci ha stancato e oggi rischiamo di perdere qualcosa che dobbiamo difendere.

Sulle parole di Gattuso: "Le responsabilità sono di tutti". Non è un problema di modulo, è mancata un po' di anima in questa squadra, certe partite le vinci con l'anima e noi non l'abbiamo fatto.

"Ci aspettavamo di avere cinque punti in più dell'anno scorso, non in meno". Sanzioni UEFA? La subiamo, sono cose che non riguardano la nostra gestione, siamo pronti ad eventuali sanzioni. Avevamo la necessità di cambiare, sappiamo di avere un gruppo giovane e la costruzione di questa squadra è prevista in un biennio con lo scopo di raggiungere gli obiettivi che devono essere il minimo per il Milan. Ci sono tanti giocatori con cui è possibile aprire un ciclo. "Stiamo cercando di costruire un gruppo e ci vuole tempo, ma c'è da vergognarsi della prestazione di oggi e su questo non ci piove". "Ora non possiamo deprimerci per questa figuraccia perché noi sappiamo dove e come intervenire". A questo punto della stagione abbiamo le idee chiare su cosa fare nel prossimo mercato, poi dipenderà da tanti fattori, ma sappiamo dove dovremo intervenire.

Periodo nerissimo per il Milan che non sa più vincere: dopo quattro pareggi consecutivi i rossoneri perdono addirittura in casa contro il Benevento, che così evita ancora per un po' l'amarezza della retrocessione aritmetica in Serie B.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE