Elezioni in Molise, si vota fino alle 23

Bruno Cirelli
Aprile 22, 2018

I candidati e i raggruppamenti di liste che si presentano alle elezioni sono quattro compresa Casa Pound con il candidato Agostino Di Giacomo.

Il Governatore uscente Paolo Frattura appartiene al Pd ma non è in corsa per un nuovo mandato. Lo spoglio inizierà subito dopo la chiusura delle urne.

Il voto molisano, a dispetto del numero limitato di elettori, acquista una valenza politica particolare perché si intreccia con le fortissime fibrillazioni per la nascita del nuovo governo. Secondo l'ultimo sondaggio disponibile prima del silenzio elettorale di Euromedia Research, l'istituto guidato da Alessandra Ghisleri e risalente agli inizi di Febbraio, la partita per la poltrona di governatore vedeva un testa a testa tra Centrodestra e M5s, con il blocco che faceva riferimento al Partito Democratico attardato di una decina di punti percentuali. La sala stampa sarà aperta domani dalle 9 e lo resterà fino al tardo pomeriggio di lunedì 23 aprile.

Il totale degli elettori in provincia di Campobasso è 237.014, 94.239 in quella di Isernia. Nelle ultime settimane però si è parlato di un centrodestra in netta rimonta, mentre il Pd appare staccato. Dunque un voto, quello molisano, al quale molti vogliono dare una portata più ampia di quella semplicemente regionale. I consiglieri regionali da eleggere sono 20. La soglia di sbarramento sarà dell'8% per quanto riguarda le coalizioni e del 3% per le singole liste. Andrea Greco: 33 anni, laureato in giurisprudenza, è invece il candidato del M5s: il super favorito consigliere regionale Antonio Federico, già candidato dei pentastellati nel 2013 e nel 2011, ha preferito prendere parte alle politiche ed è stato eletto in Parlamento lo scorso 4 marzo.

La legge che regola le elezioni regionali in Molise prevede l'elezione diretta del governatore.

Donato Toma, presidente dell'ordine dei commercialisti di Campobasso, è il candidato governatore del centrodestra. Non a caso, in questi ultimi giorni di campagna elettorale, la regione è stata battuta in lungo e in largo dai principali leader politici nazionali, da Berlusconi a Salvini a Di Maio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE