Ciclismo, Giro dell'Appennino: fuga vincente di Ciccone. Battuti Antunes e Masnada

Paterniano Del Favero
Aprile 22, 2018

Giulio Ciccone conquista la 79ma edizione del Giro dell'Appennino.

Oggi giornata di vigilia con la premiazione dell'Appennino d'oro, riconoscimento che va al corridore che negli anni precedenti è stato protagonista di questa corsa e dell'Appennino d'Argento al giornalista che maggiormente ha scritto dell'Appennino. "Secondo il portoghese Antunes (CCC) a 24", terzo Masnada a 28".

Dopo 10 km di corsa parte la fuga di giornata, formata da sette corridori: Mateusz Taciak (CCC Sprandi Polkowice), Fernando Barcelo (Euskadi - Murias), Enrico Salvador (Biesse Carrera Gavardo), Emanuele Onesti (D'Amico Utensilnord), El Mehdi Chokri (Dimension Data for Qhubeka), Luca Colnaghi (Sangemini MgK.Vis) e Filippo Fortin (Felbermayr - Simplon Wels).

Il ritmo dei tre davanti è forsennato e così, una volta raggiunti i tre minuti di margine a dieci chilometri al traguardo, possono dire di avercela fatta e di potersi contendere loro la vittoria. Si studiano, si attendono, si scattano in faccia l'un l'altro, i tre al comando, ma in vista dell'arrivo arriva l'allungo decisivo di Giulio Ciccone, che saluta Genova a braccia alzate.

Dopo un'annata difficile, il talentuoso abruzzese riprende il feeling con la vittoria che l'aveva portato a festeggiare anche al Giro d'Italia 2016 a Sestola. Seconda piazza per Antunes, terza per Masnada.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE