Taranto, l'associazione 'Contro le Barriere' raccoglie firme per l'abbattimento delle barriere architettoniche

Bruno Cirelli
Aprile 17, 2018

"L'adesivo e ha l'obiettivo di individuare gli esercizi commerciali che sono senza barriere architettoniche - dice Santoro - e creare una rete". A spiegarlo Francesco Vinci, presidente di Contro le barriere, associazione promotrice della petizione popolare con cui si chiede al Comune l'adozione di un piano di eliminazione delle barriere architettoniche e l'istituzione della "consulta sulla fragilità". Un po' quello che Vinci aveva già detto in un comunicato mercoledì scorso per denunciare uUna situazione diventata insostenibile poiché costringe i disabili ad affrontare ulteriori criticità oltre a quelle determinate dai problemi di natura fisica.

L'associazione, oltre all'assenza in città di spazi e percorsi per disabili, lamenta anche il fatto che chi è in condizione di precarietà deve fare i conti con l'inciviltà degli automobilisti, che spesso lasciano le proprie autovetture sugli scivoli per carrozzine o davanti alle aree parcheggio ad utilizzo esclusivo. "Anche grazie alla sensibilità dei consiglieri comunali Nevoli e Battista siamo riusciti a raccogliere 1115 firme". A palazzo Isimbardi è stata infatti siglata una Convenzione con l'Associazione PEBA ONLUS che ha come oggetto la realizzazione di opere, interventi e manufatti finalizzati all'abbattimento delle barriere architettoniche.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE