Real-Juve, parla Bonucci: "Se ci fossi stato io non avrei…"

Rufina Vignone
Aprile 17, 2018

Poi il riconoscimento: "Gigi è il più grande portiere della storia del calcio".

Come è cambiato il Milan in questi nove mesi? "Dopo le difficoltà attraversate nei primi mesi adesso stiamo crescendo". Il momento più bello e quello più difficile al Milan?

5- In questo campionato il Milan ha subito 1.7 gol in media nelle sei partite senza Alessio Romagnoli, 1.0 nelle 25 con lui in campo. Non mi aspettavo di essere terzo nel girone di ritorno, ma ci speravo. Vuol dire che siamo diventati più squadra per fare il definitivo salto di qualità. Il segreto è la difesa? Come dico sempre la difesa non è composta solo dai 4 difensori, bisogna parlare di fase difensiva. Quando un attaccante è a 20 metri da noi difensori, si riduce lo spazio per gli altri e agevola il nostro compito. "E' merito di Gattuso che ci ha inculcato questo modo di difendere e di cercare trame di gioco che ci hanno permesso di essere terzi nel girone di ritorno". Il mio ruolo di capitano? "Spero di fare il capitano del Milan al meglio delle mie possibilità". Ho sempre cercato di essere me stesso. "Ma credo comunque di essere riuscito a portare parte della mia esperienza ai miei compagni di squadra". "Sono contento di essere il capitano di questa squadra". Sono stato fortunato ad avere come compagno Buffon che è stato il più migliore della storia del calcio e ora gioco con Gigio che può diventare uno dei più forti. Gigio deve restare così, leggero, senza sentire le pressioni. "Sono stati due grandi gesti tecnici". I campioni neo campioni d'Inghilterra non si accontentano e sognano ora la coppa dalle grandi orecchie. "Ma abbiamo l'obbligo di vincere". Le telecamera hanno indugiato su Bonucci, che allo stadio ha esultato per il gran gesto (squalificato) e, intervistato da 'Premium Sport', ha detto la sua anche sulle esternazioni di Buffon, suo ex compagno di squadra: "In Europa è stata una settimana ricca di emozioni".

Leo non sembra intenzionato a trasferirsi fuori dall'Italia, ma non è da escludere che il City possa metterlo alla prova facendo arrivare un'offerta sulla scrivania di Massimiliano Mirabelli. Se ho pensato, 'meno male che non sono lì' quando ha fischiato il rigore? "Fossi stato lì non avrei saputo tenere a freno i miei istinti".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE