Eredita 3 miliardi di lire ma non può più cambiarli in euro

Bruno Cirelli
Aprile 17, 2018

Unico parente rimasto un nonno che viveva da decenni in Svizzera e che viene a mancare nel luglio dello scorso anno.

Luigi, che nella vita lavora in banca e conduce una vita normale, si reca così in Svizzera dove trova tra gli averi del nonno le chiavi di una cassetta di sicurezza dell'Ubs di Lugano. E quindi quella fortuna non è altro che carta straccia.

Dal 2012 infatti la Banca d'Italia non converte più le lire in euro. Troppo vicina però la ricchezza per lasciarsela sfuggire senza tentare il tutto per tutto. L'uomo, Luigi C., ha denunciato il tutto e gli avvocati proveranno a far valere la legge, dimostrando che la validità dei 10 anni partiva dal momento della scoperta e non dal 2002, quando è stata cambiata la moneta. Ai tribunali l'ardua sentenza.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE