Slovacchia, le strane dimissioni del ministro dopo l'omicidio di un cronista

Bruno Cirelli
Aprile 16, 2018

Tomas Drucker, a sole tre settimane dalla sua nomina, si è dimesso dall'incarico di ministro dell'Interno della Slovacchia.

A chiedere il passo indietro di Gaspar, che dirige le indagini sull'assassinio - tuttora irrisolto - del reporter e della sua fidanzata, sono migliaia di manifestanti che da settimane sfilano nelle piazze delle città slovacche per domandare che sia fatta luce sull'omicidio. "Ho deciso - ha aggiunto - di dimettermi da ministro dell'Interno e creare così spazio per un'altra persona che affronti la questione". Circa 30.000 uomini e donne hanno aderito alla protesta, secondo gli organizzatori, chiedendo a Tibor Gaspar di lasciare l'incarico. Il ministro dell'Interno, Tomas Drucker, avrebbe dovuto pronunciarsi a riguardo questa settimana, ma le sue dimissioni hanno ovviamente determinato una novità politica rilevante. Drucker era stato scelto dal nuovo primo ministro Peter Pellegrini in un governo composto dagli stessi tre partiti di Fico. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE