Roma, Totti: "La sfida col Barça? Da pelle d'oca"

Ausiliatrice Cristiano
Aprile 16, 2018

La vittoria contro il Barcellona ha portato un grandissimo entusiasmo in casa Roma e l'ex attaccante giallorosso Francesco Totti ha parlato della partita di Champions durante il programma Amici di Maria de Filippi, dove Totti era ospite. Gli spagnoli ci avevano definito un bonbòn. Sono momenti, attimi, circostanze, in cui ti piace confrontarti. La prima partita era andata come il 90% si aspettava.

"Se lo sono meritato, è stata una partita memorabile", dice Totti commosso dopo aver visto i tre gol della Roma.

Quanti sacrifici hai fatto per arrivare dove sei arrivato? "Non voglio fare il filosofo, ma il calcio è come la vita, dà e toglie con grande facilità senza avvisarti".

Adesso però è ora di guardare al futuro e in particolare al doppio confronto col Liverpool, possibile rivincita dell'unica finale di Coppa dei Campioni giocata dalla Roma e persa ai rigori nel 1984. E' un sogno che cerchi di realizzare, da piccolo vorresti fare una cosa e cerchi di agguantarla con determinazione, voglia e fortuna. "Io da bambino volevo fare il calciatore e ci sono riuscito, anche perché so fare solo quello". Infine, anche un ricordo doloroso: "Dopo un infortunio come quello che è successo a me nel 2006 cambi atteggiamento e mentalità - ha concluso Totti - riesci a trovare carattere, motivazione".

"Se anche io sono stato messo in panchina?" Gli ultimi due anni avevo il cuscinetto (ride, ndr). Mi sono fatto male a marzo e a maggio ero al Mondiale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE