È morto Ronald Lee Ermey, maggiore Hartman in 'Full Metal Jacket'

Ausiliatrice Cristiano
Aprile 16, 2018

"Ha significato così tanto per così tante persone ed è estremamente difficile quantificare veramente tutte le grandi cose che quest'uomo ha disinteressatamente fatto per, e per conto di, i nostri molti uomini e donne in uniforme, ha anche contribuito a molti personaggi iconici e indelebili del film che vivranno per sempre.Il sergente Hartman di Full Metal Jacket Gunnery è stato un uomo duro e di principi, il vero R. Lee Ermey era un uomo di famiglia, e un'anima gentile, è stato generoso con tutti quelli che lo circondavano e, in particolare, si è particolarmente preso cura dei bisognosi ". Ermey aveva 74 anni e quando è morto si trovava a Santa Monica, in California. Il suo agente storico ha annunciato la sua scomparsa tramite l'account Twitter ufficiale dell'attore.

Ha esordito al cinema nel 1979 con "Apocalypse Now" nel ruolo di un pilota di elicottero. "E io amo il sole, non so voi", ha detto alla rivista. Il ruolo che gli cambiò la carriera fu però quello del Sergente maggiore Hartman in Full Metal Jacket, film di Stanley Kubrick del 1987.

È stato il sindaco Tilman nel film Mississippi Burning - Le Radici dell'Odio del 1988, il capitano di polizia in Seven del 1995, il capo ufficio Frank Martin in Willard il paranoico del 2003, il sadico sceriffo Hoyt nel remake di Non aprite quella porta diretto da Marcus Nispel e ha prestato la sua voce al Sergente, il comandante dei soldatini verdi di plastica nella saga di Toy Story.

Nato nel 1944, Ermey lascia la moglie e quattro figli. Alcune presenze anche nei cartoni animati.

R. Lee Ermey non solo interpretava un membro delle forze armate nei film, ma era anche uno di loro nella vita reale, essendo stato un sergente degli Stati Uniti nel Corpo dei Marines e un sergente d'artiglieria.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE