Drappo copre statua Epaminona a convegno Islam, polemiche

Ausiliatrice Cristiano
Aprile 16, 2018

Ed una statua di Epaminonda coperta con un drappo.

Opere d'arte censurate? A Cairo Montenotte, comune in provincia di Savona, è già scoppiata la polemica per via di quanto accaduto a due opere d'arte esposte alla mostra di un artista locale ma opportunamente "oscurate" per non arrecare disturbo alla comunità musulmana che ha organizzato in concomitanza un proprio evento nel medesimo teatro comunale.

La denuncia parte da Mario Cappelli Steccolini, pittore e scultore: "Alla faccia di chi ha detto che era una mia trovata pubblicitaria; hanno coperto Epaminonda!", scrive sulla sua pagina Facebook. A chi commentava chiedendo spiegazioni ha risposto solo "musulmani" aggiungendo che ha dovuto anche togliere un quadro. "Ho coperto io la statua, ma soltanto per esigenze cerimoniali e per poche ore - ha spiegato negando di aver chiesto la rimozione del quadro - Stonava con l'ambientazione marocchina". Lahcen Chamseddine, esponente della Comunità islamica regionale, come riporta Corriere.it, ai giornali locali ha invece spiegato: "Il quadro non l'avevamo nemmeno visto, l'artista si è fatto avanti per toglierlo. Abbiamo poi posato il drappo sulla statua, visto che la mostra sarebbe stata aperta il giorno dopo, semplicemente perché lì avevamo ricostruito la rappresentazione dell'antica cerimonia del tè e ci serviva uno sfondo a simboleggiare le dune del deserto per le fotografie". Equivoco? Non sono mai chiari i confini quando c'è di mezzo il riguardo nei confronti della religione; figuriamoci quando si parla di Islam, la cui suscettibilità (vera o presunta) è spesso fonte di polemiche.

Alla censura e all'inchino al "politicamente corretto" non crede dal canto suo il sindaco di Cairo, Paolo Lambertini, che ha visitato la mostra, partecipato al convegno e che è in quanto primo cittadino "proprietario" del teatro: "Se volete la verità, non mi sono nemmeno accorto del quadro sparito e della statua coperta; a noi come amministrazione pubblica non è stata avanzata nessuna richiesta di rimuovere opere d'arte nè per motivi religiosi nè per altro". In contemporanea, però, domenica il teatro ha ospitato un convegno della Comunità islamica della Liguria sul dialogo interreligioso: ospiti rappresentanti dei cattolici e delle istituzioni locali, sindaco compreso. "L'amministrazione non ha colpe". Non monterei il caso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE