Varese, rapiscono agente immobiliare che li avrebbe truffati

Paterniano Del Favero
Aprile 15, 2018

Ieri, il padre e i due figli sarebbero andati dall'uomo per riottenere il denaro e quando lui gli ha risposto di non averlo, i tre lo avevano caricato a forza sul furgone e con il suo cellulare avevano contattato la moglie.

Ieri mattina il 58enne, residente a Gerenzano, ha quindi organizzato un sequestro lampo per vendicarsi dell'immobiliarista truffaldino: con l'aiuto dei due figli di 30 e 25 anni si è recato davanti alla stazione ferroviaria di Saronno, dove ha incontrato l'agente immobiliare, costringendolo a salire su un furgone.

Tre persone sono state arrestate e denunciate per rapimento.

Hanno sequestrato l'agente immobiliare che li aveva truffati.

La donna non ha esitato a chiamare i Carabinieri di Paderno Dugnano che, con il supporto dei colleghi di Desio e di Saronno, si sono presentati nel luogo prestabilito per la consegna del danaro, insieme alla moglie del sequestrato. L'agente immobiliare, dopo essere stato medicato in ospedale per alcune contusioni, è stato a sua volta denunciato per truffa. Alla guida del mezzo c'erano un 58enne varesino e suo figlio 33enne, entrambi pregiudicati, mentre nel cassone del mezzo l'altro figlio 26enne che vigilava sul mediatore a cui erano stati sottratti tutti gli effetti personali, che sono stati poi ritrovati in una busta.

La donna, una ragazza 25enne, ha così fissato un incontro con i tre fuori dalla stazione di Saronno e ha immediatamente chiesto aiuto ai carabinieri, che l'hanno scortata in treno fino allo scalo del Varesotto.

Alla fine tutti e quattro sono finiti nei guai con la giustizia: i tre rapitori, arrestati in flagranza per sequestro di persona finalizzato all'esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza, sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa di comparire dinnanzi al Tribunale di Busto Arsizio. I carabinieri lo hanno infatti denunciato per truffa. Erano i rapitori che le spiegavano di avere il consorte e di volere 450 euro in contanti, quelli che secondo la loro ricostruzione lui gli avrebbe preso come caparra per un appartamento in realtà già occupato. Per avviare il contratto, chiedeva una caparra di 450 euro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE