Per ore nei campi, denuncia dei profughi: aguzzino a processo

Barsaba Taglieri
Aprile 15, 2018

L'accusa formalizzata dalla procura di Padova nei suoi confronti è intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, quello che viene comunemente chiamato caporalato.

Sfruttati, picchiati, sottopagati e a volte mai pagati. Solo un intermediario Faiz: a beneficiare di quelle prestazioni (anche se non risulta indagato) un agricoltore di Agna, Luigi Franchin, proprietario di alcuni vigneti. L'inchiesta svolta dai carabinieri della stazione di Agna, in collaborazione con l'Ispettorato del lavoro, è ormai conclusa, atto preliminare alla richiesta di un processo.

Migliaia di richiedenti asilo che chiedono solo di lavorare per racimolare qualche soldo, abituati a salari irrisori e a tutele inesistenti. E la ditta? Una sorta di piccola impresa "fantasma", priva di struttura e mezzi, uno strumento per reclutare manodopera straniera irregolare da impiegare nei campi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE