Zuckerberg di nuovo al Congresso Usa

Geronimo Vena
Aprile 14, 2018

Il fondatore di Facebook è giunto alla Camera per il secondo giro di testimonianze che ha coinvolto la società nello scandalo di Cambridge Analytica. Ma il caso Facebook ha posto al centro dei media e dei cittadini una questione spesso appannaggio di esperti legulei, tanto da portare la commissaria europea alla Giustizia Vera Jourova a dichiarare: "Grazie signor Zuckerberg". Ed è anche questo che oggi si contesta a Mark Zuckerberg. Le sue parole sono state trasmesse in diretta dalle tv e analizzate nel dettaglio in tempo reale sui social. E perché sono stati presi? Il collegamento indirizza gli utenti a uno strumento che consente loro di disconnettere le app dai loro account. Kogan ha poi ceduto questo patrimonio di dati a Cambridge Anlytica, andando contro i termini di utilizzo del social network che vietavano la condivisione con terzi di informazioni raccolte dagli sviluppatori.

Quando Zuckerberg, compito ma come costretto a ingoiare l'esasperazione, gli ha risposto "sono errori differenti, proviamo a non commettere più gli stessi", Catherine Cortez Masto, la senatrice democratica del Nevada, lo ha zittito: "Fatela finita con lo scusarvi e fate in modo che non si ripeta". Sono responsabile di quello che succede sulla nostra piattaforma.

Tra i dati condivisi nello scandalo Facebook-Cambridge Analytica ci sarebbero anche messaggi privati, non solo dati dei profili pubblici. Se seguiamo il link mentre siamo collegati a Facebook, vedremo subito la risposta. Lo stesso ceo ha anche ammesso che Facebook ha raccolto in passato, informazioni su persone non iscritte per motivi di sicurezza, lasciando di stucco molti senatori. Per vedere il tuo profilo dati, vai su Impostazioni Generali Scarica una copia dei tuoi dati di Facebook.

I problemi per Facebook hanno origine ancora più lontana. E non sono sfuggite le varie risposte vaghe, con variazioni sul tema "I can certainly have my team get back to you", una sorta di 'le faremo sapere' per neutralizzare le richieste più dettagliate e spinose che arrivavano dagli scranni. Bastano poco meno di trenta secondi per completare l'operazione. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. Dopo avere letto una dichiarazione, già resa nota nei giorni precedenti, non ha potuto far altro che ammettere gli errori compiuti da Facebook negli anni passati e assumersene le responsabilità.

Facebook vende i miei dati agli inserzionisti? A quel punto Zuckerberg ha detto che gli utenti hanno il controllo su come funziona il meccanismo di localizzazione. Gli annunci probabilmente costano di più in base a quanto i marketer specifici vogliono ottenere. "E questa cosa non fa parte del patto".

Il fatturato totale del 2017 del colosso web è stato di oltre 40 miliardi di dollari (+47%), di cui 39.9 miliardi di introiti pubblicitari.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE