Pedinamenti, molestie e minacce: denunciato l'ex per stalking

Bruno Cirelli
Aprile 14, 2018

Discussioni che si sono trasformate in vere e proprie condotte di tipo persecutorio. Il pronto intervento dei militari ha impedito all'uomo di allontanarsi, permettendone così l'identificazione e quindi l'arresto con l'accusa di stalking. "Ma mi rendo conto che nella sua testa quello che gli spiego sulla legalità fa un po' a pugni con quello che sta succedendo".

Da quel momento però era iniziata una serie di soprusi da parte dell'uomo: innumerevoli minacce telefoniche, anche di morte, in ogni ora della giornata, anche sul luogo di lavoro, "avevano piegato" la donna alla volontà del suo ex di incontrarla, soprattutto per la paura di ritorsioni sui componenti della propria famiglia. Lo stesso Perrone, difatti, sottoposto al provvedimento dell'ammonimento (provvedimento adottato dal questore di Ferrara e già di una certa gravità in casi simili) nonché destinatario di due denunce sempre per atti persecutori da parte di una donna di Ferrara, giovedì sera non ha pensato alle conseguenze che il suo gesto avrebbe potuto avere e si è presentato nuovamente sotto l'abitazione della vittima, suonando ripetutamente il campanello. Numerosissime erano state anche le aggressioni fisiche subite dalla giovane, con conseguenti lesioni anche sul viso, che non passavano inosservate a parenti e amici. A questo punto non gli era stato particolarmente difficile impossessarsi delle chiavi dell'appartamento.

E' stata la segnalazione di un sottufficiale ad allertare i Carabinieri della Compagnia di Foggia. Presso la sede del comando provinciale di Nuoro è stata istituita "Una stanza tutta per sé", il nuovo spazio di ascolto per le donne vittime di violenza, periodicamente purtroppo utilizzata da militari, sia uomini che donne, che frequentando specifici corsi di formazione, cercano di dare una risposta a donne, vittime di problematiche decisamente complesse.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE