Apple Homepod | Vendute solo 2 milioni di unità

Geronimo Vena
Aprile 14, 2018

Oltre che per le sue limitazioni, il poco successo nel mercato di 'HomePod è dovuto al fatto che si tratta di un diffusore costoso (349 dollari).

Ciò, secondo KGI, potrebbe aprire scenari da Piano B per Apple, che starebbe pensando di lanciare una versione più economica di HomePod, nel tentativo di risalire la china e di non perdere ulteriori quote in un mercato cruciale per il futuro del settore tecnologico. Il primo non guadagna vendendo dati dell'utente e offre una qualità audio superiore. Ma se si tiene conto delle ultime sette settimane, la percentuale dello speaker di Apple scende drammaticamente al 4%, con numerosi Apple Store tra i più rilevanti nel paese che non riescono a venderne più di una decina al giorno. Eppure l'inizio non era stato malvagio: i pre-ordini erano confortanti, a gennaio si era riusciti ad arrivare anche fino al 25% della quota di mercato negli Stati Uniti. Tutta colpa del prezzo e delle funzioni attualmente molto limitate. Tanto per fare un esempio non esiste la possibilità di usarne due per un suono stereo.

Anzi, le aspettative sono state deluse a tal punto che Cupertino avrebbe già ordinato un taglio deciso alla produzione: la Inventec Corporation si limiterà a sfornare 200mila esemplari al mese. L'indiscrezione, non confermata, arriva dopo un'analisi di Bloomberg.

Queste obiettive problematiche, unite ad un prezzo nient'affatto concorrenziale, sembra che stiano diventando grossi deterrenti per la diffusione di HomePod, che fatica a decollare nelle vendite. Secondo KGI, lo smart speaker con Siri integrato potrebbe non superare le 2 milioni e mezzo di unità vendute in tutto l'arco del 2018, un risultato a dir poco deludente per Apple. Ma è indiscutibilmente Amazon che sta dominando grazie ai diversi Echo ed al loro 73% di market share.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE