A Monreale il Premio Internazionale Van Gogh con oltre 200 artisti

Paterniano Del Favero
Aprile 14, 2018

L'esposizione porta nel capoluogo ligure un mix di proiezioni multimediali e contaminazioni tra forme espositive classiche, che tracciano un ritratto emozionale e autentico di Vincent Van Gogh, grande maestro precursore dell'arte moderna.

L'intento è quello di rendere omaggio al grande maestro olandese attraverso le testimonianze artistiche attuali, in un'ipotetica continuazione culturale. "A differenza del modo tradizionale a cui siamo abituati a fruire delle opere d'arte, qui intervengono dei fattori ulteriori: innanzitutto le immagini proiettate sui grandi schermi, le musiche, le parole tratte dal vasto epistolario di questo grandissimo artista".

La scelta sempre più frequente di presentare l'arte al grande pubblico tramite l'utilizzo di tecnologie multimediali avanzate permette di amplificare la forza comunicativa dei contenuti. Grazie alla tecnologia, si può andare alla scoperta delle opere del pittore olandese, in un viaggio immersivo adatto a grandi e piccini.

Cinquanta proiettori ad alta definizione, gestiti da un complesso sistema di motion graphic multicanale, animano i celebri quadri dipinti a Parigi, Arles, Saint-Rémy e Auvers-sur-Oise, sulle note di Vivaldi, Ledbury, Tobin, Lalo, Barber, Schubert, Satie, Godard, Bach, Chabrier, Saint-Saëns, Godard, Handel ma non solo. "È un'esperienza complementare a un percorso preacquisito".

Il main event del weekend di Genova è sicuramente la mostra "Van Gogh Alive". "La bellezza di questa iniziativa è che coinvolge tutte le generazioni".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE