Wind Tre, 4,25 mln di sanzione per "fibra" e "illimitato"

Geronimo Vena
Aprile 12, 2018

Wind All Inclusive Celebration 30 del 12 aprile 2018 si puo' attivare solamente online sul sito wind.it con la SIM che si riceverà direttamente a casa con consegna in giornata a Milano, Roma e Napoli per ordini effettuati entro le 12:00 del 12 aprile pagando 9 euro, oppure con consegna gratuita il giorno seguente, in molti comuni italiani, per gli ordini effettuati prima delle 14:00 del 12 aprile, oppure con consegna gratuita in tutta Italia entro 3 giorni lavorativi (4 per le isole).

Così si apre il comunicato con cui AGCM annuncia di aver sanzionato Wind Tre per pratiche commerciali scorrette relative ai servizi di navigazione mobile commercializzati col marchio Tre e quelli domestici in fibra ottica.

In particolare, per quanto riguarda le offerte mobile, l'Autorità ha evidenziato come l'operatore abbia omesso informazioni concernenti i costi del traffico extrasoglia una volta che i clienti esauriscono il traffico incluso nel loro pacchetto.

Per i servizi di connettività ad Internet da rete fissa in fibra ottica, l'Autorità ha accertato che le campagne pubblicitarie di Wind Tre non hanno fornito informazioni sulle caratteristiche dell'offerta in fibra, sui limiti geografici di copertura delle varie soluzioni di rete, sulle differenze di servizi disponibili e di performance (ad esempio tempi di attesa per la fruizione dei servizi medesimi), nonché sulle effettive condizioni economiche di fruizione dei suddetti servizi. Le pubblicità incriminate sono "Free Unlimited Plus" e "Naviga senza pensieri alla massima velocità con la rete 4G Lte di 3" che, sottolinea l'Antitrust in una nota, "hanno lasciato erroneamente intendere ai consumatori che il servizio fosse caratterizzato da un traffico dati illimitato sia in download che in upload".

Sul fronte residenziale l'impiego del termine generico "fibra" non consentiva di "individuare gli elementi che distinguono, in concreto, le diverse tipologie di offerta". L'assenza di queste precise informazioni impedirebbe quindi al consumatore di prendere una decisione consapevole sull'acquisto dell'offerta.

Un comportamento, quello di Wind Tre, aggravato "dall'importanza del settore economico interessato, caratterizzato da modelli di consumo ed esigenze degli utenti che stanno mutando radicalmente a fronte di una crescente offerta di servizi digitali", ha concluso l'Antitrust.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE